A Melegnano la generosità va “a canestro”

Massimo Ghiglietti ha realizzato il suo sogno, nuova vita per il play ground in Borgo

Il campo di basket versava ormai in pessime condizioni, ma erano ancora tanti i ragazzi che lo frequentavano. E così ci ha pensato un professore dal cuore d’oro, che ha deciso di finanziare personalmente il recupero. Oggi il sogno di Massimo Ghiglietti è realtà: il play ground vive una nuova vita.

L’insegnante di educazione fisica ha dimostrato una grande generosità a favore della comunità locale. «Complice la presenza della vicina casa scout in via Baden Powell, che in gioventù frequentavo assiduamente, sono molto legato al campo di basket in Borgo, dove mi allenavo spesso con un gruppo di amici» afferma Ghiglietti, che quindi ha deciso di rendersi utile concretamente in questo modo.


È nato così il progetto del professore di educazione fisica, che rappresenta una novità assoluta per Melegnano, dove mai nessun privato era sceso in campo per sistemare un bene pubblico: dopo aver stipulato un’apposita convenzione con il Comune, Ghiglietti si è invece impegnato in prima persona per l’impianto in via Pasolini, a favore del quale ha sborsato di tasca propria 4.500 euro.

Il basket, parafrasando un addetto ai lavori, è sport che per caratteristiche spinge anche l’anima a “elevarsi” verso l’alto. E una bellissima conferma l’ha dato lui, il “prof.”, al secolo Massimo Ghiglietti, che ha deciso di fare a Melegnano un bellissimo regalo: riqualificare a sue spese il malridotto campo da pallacanestro in via Pasolini, nel cuore del Borgo, che sorge proprio a pochi metri dalla storica casa Scout in via Baden Powell, dove Ghiglietti ha trascorso gran parte dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il motivo? «La città mi ha dato tanto, anch’io voglio restituirle qualcosa».

«L’ho sempre visto frequentato da decine di ragazzi, ma da tempo versa in cattive condizioni – sono ancora le sue parole -. Certo, un paio d’anni fa era stato avviato un primo intervento di restyling, che però non ha ancora visto la parola fine.».

«Attraverso il gioco del basket, il proposito comune è quello di incentivare l’aggregazione giovanile. È il primo progetto di questo tipo realizzato a Melegnano, ringraziamo Ghiglietti per la grande disponibilità dimostrata» afferma l’assessore ai lavori pubblici Maria Luisa Ravarini.

Lascia una tua riflessione.